Roby Milani ci racconta lo stage in Versilia dello scorso weekend con foto e video

Sì è appena svolto il terzo stage in Versilia, tappa conclusiva della corposa preparazione invernale in vista della stagione agonistica di Triathlon 2017. E’ andato tutto benissimo sia dal punto di vista organizzativo che tecnico.

Il foltissimo gruppo di atleti ha svolto tre giorni di allenamento intenso e altamente specifico, che li proietta direttamente alle prime competizioni del calendario nazionale.

La squadra ha svolto una sessione di nuoto in piscina il venerdì, due mini-triathlon in acque libere il sabato e un “lungo” in bici la domenica.

Durante lo stage abbiamo avuto la possibilità di affinare quelle componenti solitamente difficili da allenare nel quotidiano (transizioni) e potenziare quegli aspetti che rendono ogni atleta al top della prestazione (ritmi gara).

Moltissime conferme e piacevoli sorprese sono emerse durante le sessioni: Saverio Della Donna si è dimostrato ormai un triatleta di spessore in grado di lottare per il podio in ogni competizione; Diego Gnes e Matteo Spinelli continuano ad abbassare i tempi e sono pronti per un esordio “col botto”; Francesco Perazzini, in un anno, ha raggiunto delle performances incredibili: il podio di Fossano è più che meritato; Federico Baudino e Lorenzo Rio (nonostante entrambi con un pregresso infortunio nella corsa) hanno fatto valere le loro potenzialità nel nuoto (Rio può confrontarsi con i top nazionali) e nella bici; Francesco Candelari, sempre più in crescita, ha lasciato tutti a bocca aperta nelle sessioni di ciclismo; Gianluca Biondi (Triathlon Lecco) si è allenato con un approccio professionale con ottimi tempi in tutte le discipline; Elena Sacchetto ha confermato sia le sue innate doti in bici che le sue sbalorditive capacità di adattamento in acque libere.

Come dicevamo, molte le sorprese: Alberto Quarello ha evidenziato un eccezionale stato di forma e ottime potenzialità anche su distanze corte, oltre che indiscusse doti “socializzanti”; Stefania Baracco ha superato le difficoltà delle acque libere e si candida ad un ruolo da protagonista per la stagione 2017; Alessia Ferroni ha provato per la prima volta il triathlon dimostrando capacità da veterana; Giulia Parodi è triatleta senza “sbavature”: brava in tutte le discipline e sicuramente la più completa del gruppo; ma la sorprese delle sorprese è rappresentata dal duo Paolo Comandone e Claudio Vittone: arrivati nel triathlon quasi per caso da pochi mesi si sono fatti notare per le loro incredibili potenzialità. Con un nuoto su buoni livelli ed una bici ed una corsa da teste di serie, non solo sono pronti a gareggiare ma possono confrontarsi e contrastare gli atleti della zona alta della classifica.

Il prossimo stage di allenamento verrà organizzato il week-end a ridosso dei Campionati Italiani di Triathlon nel mese di settembre per allenarci e preparare al meglio la sentitissima gara a squadre.

by Roby Milani