XTerra Malta: la trasferta di Walter e Gian Marco

Ci siamo è ora di partire per Malta dove io e Gian Marco faremo la prima gara europea della stagione 2017, XTerra Malta che fa anche parte del circuito XTerra Europe.

È il 28 Marzo ed alle 9:20 abbiamo il volo diretto, due ore scarse di viaggio ci portano sull’isola del Mediterraneo, atterriamo verso le 11 ed un sole caldo ed un brezza ci accolgono….

Pranzo frugale alla Valletta (la capitale) e poi via in residence a sistemare i bagagli.

Arrivati nel primo pomeriggio in Residence sistemiamo le nostre cose con calma e come da pianificazione del nostro coach Andrea Gabba, scarpette, pantaloncini e canotta e si va a fare una corretta di 20′ rigenerativa per svegliare le gambe dal torpore del viaggio.

Il Mercoledì da programma è previsto un allenamento doppio, la mattina prova percorso di 2 di Bike ed al pomeriggio nuotata facile in mare…..ma il tempo non è dei nostri ovvio piove!!!! Veloce check con Andrea e si cambia, l’allenamento di oggi lo spostiamo a domani e viceversa.

Si parte per la famosa spiaggia di Golden Bay dove faremo la prima frazione dell’XTerra, saggiamo subito le acque fredde e cristalline  del mediterraneo ma dopo 10 minuti non vorremmo più uscire dall’acqua e continuare a nuotare con una manta che ci tiene compagnia…. Nel pomeriggio è prevista una corsetta di 10km lungo il percorso gara anche questo completamente sulla costa con vista su Golden Bay, che dire,  uno spettacolo senza eguali.

Giovedì mattina ci svegliamo con uno splendido sole e ci attende finalmente la ricognizione sul percorso MTB, anche questo ci lascia a bocca aperta, non solo per i panorami mozzafiato ma per la tecnicità delle discese ma sopratutto per le salite da fare su rocce ferme e taglienti, bisogna fare molta attenzione a non stallonare o tagliare i copertoni, quindi breafing  veloce con Gian Marco e decidiamo per la gara di tenere una pressione di 1.8 bar per l’anteriore ed 1.9 per la posteriore… Dopo metà del primo giro incrociamo 2 atleti ci sembrano 2 PRO, in effetti lei è la Brigitta Poòr campionessa Ungherese che ha già vinto le due edizioni passate e che vincerà anche questa terza edizione.

Siamo arrivati a Venerdì ed un pó di stanchezza arriva, WhatsApp con Andrea ed oggi arriva la famosa parolina ” Riposo”, ci godiamo una giornata di fantastico sole e relax in piscina….e verso sera una visita a Mdina una delle città dell’isola famosa per la lavorazione del vetro.

Sabato il giorno prima della gara è prevista una breve sgambata e ci dirigiamo verso il Golden Sanda Radisson Resort dove ci accoglie Deirdre Farrugia l’organizzatrice mettendoci subito a nostro agio e da buoni italiani siamo i primi a ritirare il pacco gara…

Nel pomeriggio alle ore 16 è previsto il breafing della gara, prima però passiamo nella ZC a lasciare la nostra bike che verra custodita per la notte per poi la domenica andare solo piú ad espletare le ultime formalità.

Ed eccoci arrivati al giorno della gara, sveglia alle 6 per la colazione, il tempo non è granchè, nuvolo e minaccia pioggia, partenza dal nostro resort alle 7:25 per arrivare alle 7:45 in ZC, si pensa subito ad un recap mentale di tutto ció che manca e che si deve ancora fare, verifica pressione gomme, disponiamo le scarpe da running, gel, borracce ed altre cose, intanto cominciano a scendere alcune gocce di pioggia….. Ci dirigiamo verso la spiaggia ormai sono le 8:30, ci infiliamo la muta, poniamo le scarpe da MTB appena fuori la spiaggia in quanto terminata la prima frazione dobbiamo affrontare 90 scalini prima di arrivare alla T1…..non solo la bike e la corsa sono con dislivello ma anche il nuoto è in salita…..

Primo approccio con il mare è buono entrambi abbiamo ottime sensazioni, ma il mediterraneo ci appare con qualche onda in più rispetto ai giorni scorsi dove era un olio……

Alle 9:30 lo star dei PRO e 30″ dopo tocca a noi AGE Group, si parte ora bisogna trovare tutte le energie e buttarle in gara….

Il nuoto sono 1.5km da fare su 2 giri con uscita all’australiana, dopo 21 minuti esco dall’acqua e un minuto dopo esce anche GianMarco, ci ritroviamo a metterci le scarpe x la frazione Bike e poi di corsa i 90 scalini per entrare in T1, infiliamo il casco prendiamo  la MTB e via per la seconda frazione, il mio intento è quello di aumentare il gap su Gian Marco per on rischiare che mi venga a prendere nella corsa.

Facendo molta attenzione entrambi alle rocce taglienti concludiamo la seconda frazione, 2 giri con un totale di circa 26km con 650 dsl+ , entriamo in T2, scarpette da run, cappellino, gel e si parte ci aspettano, fortunatamente incremento di un paio di minuti, chissà se basteranno…?

Affronto il primo dei 2 giri da 5km con 350dsl+, anche qui percorso tortuoso con salite ripide (almeno una incorribile ma fortunatamente corta) e discese muscolari, eccomi al giro di boa, mi danno il braccialetto rosso come testimone e proseguo per i secondi ed ultimi 5km, dopo circa 200 mt incrocio dalla parte opposta GianMarco ci diamo un cinque, ora il penso “adesso mi viene a prendere!!!!!” ai 3,5km dalla fine mi sorpassa, provo a tenere il suo passo ma nulla nella corsa ne ha di più, è giusto così, sono contento per lui, intanto penso a finire la gara volendo a tutti i costi un buon piazzamento di categoria…..

Gian Marco finisce il suo primo XTerra in 2h45’28” ed un minuto dopo arrivo io in 2h46’56”, subito ci dirigiamo verso il monitor messo a disposizione dell’organizzazione dove scorrono in tempo reale le classifiche, Gian Marco è 8^di categoria e 52^ assoluto, io invece sono 57^ assoluto e 2^ di categoria, ottimo risultato, peccato non aver vinto la categoria per poter prendere la slot x Maui (Campionato Mondiale XTerra), ci proveremo ancora….Mai Mollare….

Comunque essere riusciti entrambi ad arrivare in mezzo a dei PRO è un ottimo stimolo per continuare su questa strada…..

Un grosso merito per questo nostro risultato lo dobbiamo ad una persona speciale che cura sempre in modo maniacale tutti i nostri allenamenti e le nostre gare, Andrea Gabba, grazie Coach……

by Walter Roda