Off Season: il Dt Roberto Milani spiega come affrontarlo

BUON RIPOSO A TUTTI…!

La gara del “forte village sardinia” ha sancito la chiusura ufficiale della stagione triathlon 2017.

Come ogni anno, con la “fine dei giochi”, è tempo di bilanci: ognuno farà le proprie riflessioni e valutazioni sull’anno appena trascorso e inizierà pian piano a pensare al futuro…come in ogni realtà sportiva, e parlando di sport, qualcuno si riterrà completamente soddisfatto, altri un pochino meno, qualcun’altro completamente insoddisfatto…

A prescindere dai vostri umori, questo periodo (novembre), non è il momento né di affermare i vostri successi né tantomeno di rimediare alle vostre insoddisfazioni…questo mese DEVE essere dedicato al riposo e al ripristino delle forze psico/fisiche e tuttalpiù a “sforzarvi” nel progettare i vostri impegni agonistici futuri (con o senza la consulenza di un tecnico, decidete voi…).

Proprio in considerazione di quanto appena detto, le sessioni di allenamento in piscina avranno come obiettivo quello di curare la parte più gestuale della nuotata mentre le uscite in bici serviranno prevalentemente come “mezzo per fare gruppo”, ghiotta occasione per chi solitamente ha difficoltà a mantenere i ritmi di un gruppo altamente prestativo e gli esordienti/principianti avranno la possibilità di capire e provare le dinamiche di gruppo.

Pertendo dal presupposto che un RIPOSO uguale per tutti non esiste (dipende da mille fattori quali ad esempio sport praticato, distanze, programmazione personale associata alla programmazione federale, livello dell’atleta, ore di allenamento praticate durante la stagione agonistica…) il filo conduttore comune deve essere quello di “staccare momentaneamente la spina” e permettere al nostro organismo di presentarsi pronto per il 2018.

A tale proposito allego due articoli che vi possono essere utili come spunto di riflessione per il mese di novembre e per il vostro futuro agonistico: sono un pochino lunghi ma tanto, non dovendovi allenare, avete tempo di leggerli😂

Vi riporto solo le ultime righe di uno dei due articoli che sono riassuntive del mio pensiero: “ALLENARSI A CASO, SEGUENDO UMORI GIORNALIERI O CAPRICCI, INSOMMA FARE SOLO QUELLO CHE SI HA VOGLIA, PUÒ ESSERE MOLTO DIVERTENTE SE IL TUO SCOPO È IL PIACERE QUOTIDIANO; DIMENTICATI QUESTO TIPO DI APPROCCIO SE IL TUO OBIETTIVO È INVECE UN MIGLIORAMENTO CONTINUO O UN SUCCESSO SPORTIVO A MEDIO-LUNGO TERMINE: UN PIANO DI ALLENAMENTO MIRATO È L’UNICA STRADA PRATICABILE”.

Buona lettura a tutti.

https://www.facebook.com/story.php?story_fbid=151191402066744&id=120538958465322

https://www.facebook.com/story.php?story_fbid=150146588837892&id=120538958465322

by Roberto Milani